Aggiornato il  11-04-2006

Stemma d'archivio

logocomune.gif (1460 octets)

    STEMMA

D'argento, a tre torri d'oro, 2, 1, con una fascia di rosso attraversante, accompagnate nel cantone destro del capo da un montante con tre stelle d'oro, e nel cantone sinistro da una mano di carnagione tenente un crescente di rosso.

I tre castelli racchiusi in forma di piramide nello scudo dello stemma ricordano le tre comunità che formarono il vicariato di Bagnone: Bagnone, Castiglion del Terziere e Capodiponte. Gli altri simboli, che contornano le torri, ricordano l'influenza esercitata dall'antica città di Luni sui territori della Val di Magra.

IL GONFALONE

Gonfalone_Bagnone.jpg (16872 octets)
stemma_bagnone_trasparente.jpg (9321 octets)
 

      DESCRIZIONE

I tre castelli racchiusi in forma di piramide nello scudo dello stemma ricordano le tre comunità che formarono il vicariato di Bagnone: Bagnone, Castiglione del Terziere  e Capodiponte. Gli altri simboli, che contornano le torri,

ricordano l'influenza esercitata dall'antica città di Luni sui territori della Val di Magra.

La prima menzione nota del castello è contenuta nel diploma di Ottone I imperatore, che nel 963 elenca Bagnone fra le corti, castelli e pievi sulle quali è riconosciuta la potestà temporale dei vescovi-conti di Luni.
Questa località, facente parte degli antichi possedimenti dei Malaspina dello Spino fiorito, fu costituita in feudo nel 1351, e tale rimane fino al 1471, anno della definitiva dedizione di Bagnone alla Repubblica fiorentina.

E' da tale data che il castello, perduta da tempo l'importanza strategica territoriale, inizia la progressiva trasformazione da strumento di guerra a resistenza.

Artefici di questo cambiamento sono i nobili Noceti, giunti a Bagnone dal Parmense alla fine del XIV secolo: a Pier Francesco Noceti la Repubblica fiorentina cedette il castello per propria personale dimora.

La rapida ascesa del borgo sottostante "Gutula" e il contemporaneo imborghesimento della rocca, portarono alla definitiva ristrutturazione del castello in “villa”.

Bagnone conta attualmente 2046 abitanti distribuiti su 19 frazioni tra cui Treschietto che è conosciuta per la sua famosa cipolla. 

Altri stemmi
 
 
 

     DATI  ANAGRAFICI

Nel 1991 risultano risiedere nel territorio del comune 2.248 abitanti, con una densità di 30 unità per kmq.

Nel passato Bagnone contava:

3.236 abitanti nel 1551,

4.554 nel 1745,

4.313 nel 1830,

5.564 nel 1881,

6.320 nel 1936.

A partire dal secondo dopoguerra i censimenti evidenziano una costante e prepotente tendenza al decremento demografico.

Le 6.280 unità del 1951 sono passate a:

4.545 nel 1961, per scendere a

3.180 nel 1971  a

2.570 nel 1981  a

2.107 nel 1991  a

2.046 nel 2001.

       CARTINE DEL TERRITORIO  

lunigiana_alta.jpg (30272 octets) lunigiana_attuale.gif (150109 octets) Cartina del territorio.jpeg (44686 octets)

        NUMERI  UTILI

Prefisso teleselettivo  0187

Distretto di La Spezia

Settore di Aulla

Rete Urbana di Villafranca L.

 Comune di Bagnone        42 781        -  fax  42 92 10

 Archivio storico comunale &

 Biblioteca Civica "G.B.Cartegni"

    42 78 34
 ACI - Soccorso stradale     80 31 16
 Carabinieri    112     42 90 23

 Corpo Forestale dello Stato

 Servizio antincendio

  1515     42 90 25
 Consultorio Familiare - U.s.l     42 93 73
 Enel - Richiesta Informazioni   Numero verde  800-900 800
 Farmacia Cortesini     42 90 60
 Guardia di finanza    117
 Gas - Segnalazioni Guasti   Numero verde  800-900 777
 uardia Medica diurna     42 92 73
 Guardia Medica notturna     49 35 00
 Guasti servizio idrico - GAIA   Numero verde  800-234 567
 Ospedale Civile Pontremoli    46 21
 Polizia    113
 Poste Italiane     42 75 00
 Pronto soccorso    118
 Servizi Sociali - Misericordia     42 92 34
 Soccorso Alpino    118   335/28 06 79
 Ufficio Informazioni Turistiche     42 97 73
 Vigili del Fuoco    115     40 90 06
  Suggerimenti -  link
scorci arte
cucina sagra

Pubblicato il 15-12-2005