HOME  PAGE

Aggiornato il  14-12-2007

VAI GI┌ 

Informazioni 

tecniche

meteorite_colori700x429.jpg (48236 octets)

La meteorite

di Bagnone

Diametro 40cm.

Parte sottile 18 cm

Peso kg. 48

frammento.jpg (26160 octets)
Frammento"A"

Anali del frammento

Composizione

chimica in %

El. Ch.

Prima analisi

Seconda analisi

Fe

  81,82

   92,86

Ni

   7,76

     8,46

Co

 0,42

     0,54

P

 0,34  

     0,34

Tot.

90,34

   102,21

 Fe   Ferro
Ni   Nickel
Co   Cobalto
P   Fosforo

La meteorite di

Bagnone contiene

8,46% di Ni

I ricercatori:

S. Bonatti

M. Franzini

L.Schiaffino

dell'Istituto di

Mineralogia e di Petrografia

dell'UniversitÓ di Pisa

hanno scritto,

dopo analisi e ricerche, un volumetto dal titolo:

LA METEORITE DI BAGNONE

edizione 1970

cartinameteor.jpg (53656 octets)
Cartina topografica 

CENTENARIO DEL RITROVAMENTO DELLA METEORITE DI BAGNONE

----

Dal 23 al 30 Maggio

2005

la Meteorite, gentilmente concessa dal Museo di Scienze Naturali dell'UniversitÓ di Pisa, Ŕ stata esposta nella Sala Consigliare della CittÓ di BAGNONE (MS)

Il Prof. Massimo D'orazio

conferenziere sul tema:

"Le meteoriti: frammenti di pianeti, asteroidi e comete".

Una bella notizia

La mattina del 10 ottobre 2002 ho ricevuto una e-mail che si esprimeva cosý:

Gent.mo Sig. Ruggeri. 

Mi chiamo Massimo D'Orazio e sono un ricercatore del Dipartimento di Scienze della Terra dell'UniversitÓ di Pisa. Recentemente ho avuto l'occasione di studiare la meteorite di Bagnone. Si tratta di una meteorite metallica del peso di circa 50 kg la seconda per grandezza caduta in Italia, attualmente conservata presso il Museo di Scienze Naturali della Certosa di Calci (PI).

Tutto quello che si conosce circa il ritrovamento della meteorite Ŕ che fu rinvenuta nel 1904 o 1905 da contadini/boscaioli in qualche bosco intorno a Bagnone e quindi donata/venduta alla famiglia Noceti. Nell'estate del 1967 la meteorite fu venduta da un membro della famiglia Noceti al prof. Stefano Bonatti dell'UniversitÓ di Pisa, deceduto nell'Aprile del 1968.

Gradirei sapere se a Bagnone si ha memoria del ritrovamento di questa meteorite, soprattutto attraverso i racconti delle persone pi¨ anziane, per poter conoscere qualche cosa in pi¨ sulla storia del suo ritrovamento.

La ringrazio per la Sua attenzione. Distinti saluti.

Dr. Massimo D'Orazio

 E-mail: dorazio@dst.unipi.it

L'effetto sorpresa

Rimasi di stucco, non pensavo di alzarmi la mattina del 10 ottobre 2002 e di scoprire che a Bagnone era stata ritrovata una meteorite del peso di 48 kg, caduta chissa quanti anni prima e oggi conservata in un museo.

In Paese nessuno ne aveva mai parlato e  non avevano dato all'avvenimento alcuna importanza.

Io non ho perso tempo e sono partito alla ricerca. Alla ricerca di chi, di che cosa?

Incontro per puro caso la signora Piera Grossi, membro del Centro di Cultura, insegnante in pensione, che all'accenno capý e mi indic˛ in Beppino Lazzeroni il probabile conoscitore del fatto, perchŔ in giovent¨ abit˛ con la madre nella casa mezzadrile del podere dei conti Noceti, in localitÓ "CÓ d'Barnard".

Beppino, che ho subito incontrato in paese, mi ha  raccontato quello che ricordava cosý:

Agli inizi del '900, il podere "CÓ d'Barnard" era tenuto a mezzadria da mio zio Antonio Bassignani, fratello di mia madre sposata in Lazzeroni.

Beppino, che nel 1905, quando la meteorite fu rinvenuta, non era ancora nato, dice di aver sempre sentito raccontare in casa che quello strano e pesante macigno che Ŕ abbandonato a fianco della "piana bassa" (nome di un appezzamento di terra coltivabile), Ŕ stato ritrovato durante i lavori di aratura dallo zio Antonio.

Informato del fatto il Conte Carlo Noceti, non diede peso al fatto e lo strano pesante sasso rimase dove era stato trovato per oltre mezzo secolo.

Nel 1944 Ŕ deceduto il Conte e tutto pass˛ alle figlie Contessine Elisa e Maria.  Maria si spos˛ con Ruschi Lorenzo di Pisa e fu in questo periodo che conobbero il prof. Stefano Bonatti.  Nell'estate del 1967, gli eredi Noceti chiesero al figlio di Bassignani Antonio un certo Silvio, nato il 2-05-1907, di trasportare con la "traza" (sorta di veicolo a slitta trainato da due mucche), la ormai noiosa roccia, che si trovava sempre tra i piedi, sin gi¨ al Castello di Bagnone, nella residenza dei Conti Noceti.

Il Silvio Ŕ oggi deceduto, ma il Lazzeroni Beppino ricorda esattamente il luogo del ritrovamento, che mi ha indicato e che con l'uso di una carta militare scala 1:25 000,  Serie M 891, foglio BAGNONE 96 IV NO, della carta d'Italia, dell'Istituto Geografico Militare, e con l'esperienza richiesta, io sono geometra, ho potuto facilmente determinare localizzando il reticolo del sito, contraddistinto sulla carta da un puntino rosso, a quota m. 390 (▒) s.l.m. avente le seguenti coordinate: 

                 79 e 80 est e 07 e 08 Nord

in seguito ho determinato,  localizzando il sito sulla Carta Geolitologica dell'Amministrazione Provinciale di Massa-Carrara, quadrante 96- IV║, compreso tra le coordinate:

                  4 908 000 e 4 909 000 Nord 

                     579 000 e    580 000 Est

Vedi cartina topografica a fianco.

Museo di Storia Naturale dell'UniversitÓ di Pisa

Certosa di Calci (PI)

Oggi 16 marzo 2004

Il Prof. Massimo d'Orazio, ricercatore del Dipartimento Scienze della Terra dell'UniversitÓ di Pisa, mi informa che la pi¨ grande meteorite caduta sul territorio italiano Ŕ quella di Alfianello (Brescia),  pesante all'origine circa 220 kg, caduta il 16 febbraio 1883. 

Appena trovata, i contadini che lavoravano i campi  circostanti la fecero a pezzi pensando che il suo interno celasse qualcosa di prezioso. 

Successivamente fu poi ulteriormente ridotta in molti frammenti distribuiti nei vari musei di storia naturale del mondo, ed il pezzo pi¨ pesante dovrebbe oggi essere di poco superiore ai 10 kg. 

La meteorite di Bagnone Ŕ la pi¨ grande meteorite italiana tuttora conservata.

Inglich version

Versione Inglese 

Istitute of Mineralogy and Petrography, 

University of Pisa, Italy.

S. Bonatti, M. Franzini, L. Schiaffino

THE  BAGNONE  METEORITE

Abstract - The finding of the Bagnone meteorite, a medium octahedrite weighting about 48 kg, is signaled. After a brief description of the main macroscopic and microscopic features of the Bagnone meteorite, the chemical, microhardeness, density and X-ray data are reported.

INTRODUCTION

During the 1967 summertime prof. Stefano Bonatti got to Know of an unidentified metallic body belonging to noble Noceti family, which is resident in Bagnone (Massa, Italy).

Stefano Bonatti paying a visit to Noceti family, could ascertain that the unknown thing was a big iron meteorite fragment.

On the ground of the gathered news is has not ben possible to ascertain when this meteorite fell, however it seems certain that it was found, on a hill near Bagnone, at the beginning of the present century (very likely in 1904 or 1050). From the finding till the 1967 summertime the meteorite belonged to Noceti family and afterwards it was bought by the Institute of Mineralogy and Petrography of the University of Pisa  where the Bagnone meteorite is at present.

Stefano Bonatti's sudden and unforseen death, happened on the 23rd of April 1968, caused the stopping of the researches that. He was carrying out on the Bagnone meteorite.

This paper has been written to point out the finding of the Bagnone meteorite. Above all, however, we want to honour the memory of our and unforgettable Master, prof. Stefano Bonatti, and to remember Him in His last scientific research to which He devoted Himself entirely.

Chemical composition

Two partial chemical analyses (R. Mazzuoli analyst) have been carried out utilizing the chips obtained during the cutting, and the small fragment on which a density equal to 7.900 has been measured. (See tebol)

Analysis number one suggests that the utilized chips, although cleand at the binocular microscope, were not free from weathering products. Therefore we can assume that the Bagnone meteorite contains 8.46% Ni. This value is in good agreement with the features of the Widmanstatten pattern. It seems however somewhat high when compared with the X-ray determined Ni content of the kamacite and with the result of the modal analysis.

Bibliography:

Atti Soc. Topsc. Sn. Nat., Mem., Ser. A, 77 (1970), pagg. 123-133, ff. 7.

NOTIZIARIO

Il telecronista Dr.  Pier Antonio Zannoni, della Rai Tre - Liguria, sede di Genova, durante la trasmissione del 31/03/2001, comunicava che "la pi¨ grossa meteorite" ritrovata in Italia proveniva da Bagnone in Lunigiana. 

Coincidenza: il cronista Zanoni Ŕ nativo di Casola in Lunigiana.

Notizia fornitaci dal concittadino Renzo Barbieri, residente a Genova.

 

SE NE PARLA SEMPRE DI PI┘ !

 27 settembre 2004  

Gentile Sig. Ruggeri,

vorrei inviarle qualche copia del breve articolo che Ŕ stato recentemente pubblicato su un supplemento della rivista scientifica Meteoritics & Planetary Science.

Tale articolo contiene la classificazione chimica del Meteorite di Bagnone e la storia del suo ritrovamento che, grazie al suo prezioso aiuto, siamo riusciti a ricostruire.

Pu˛ per cortesia indicarmi l'indirizzo a cui spedirle questi reprints?
      Cordiali saluti e grazie ancora.
   

Dr. Massimo D'Orazio
Dipartimento di Scienze della Terra
UniversitÓ di Pisa
Via S. Maria, 53 - 56126 PISA - ITALY

 

Ed oggi, 7 ottobre 2004,  mi Ŕ pervenuta una grande busta con tanta interessante affrancatura che ringrazio, speditami dal Dr. Massimo D'Orazio da Pisa, al quale invio i miei pi¨ cordiali saluti.

 

METEORITICS & PLANETARY SCIENCE

39, Nr 8, Supplement, A133-A138 (2004)

the journal of the Mewteorical Society

----

The University of Arizona
Tucson, AZ 85721

LINK

Fate un Clik sul logo celeste, apparirÓnno le pagine pubblicate sulla rivista.  

 CENTENARIO DEL SUO RITROVAMENTO

1905 - 2005

Lettera Comune.jpg (70962 octets)

Documenti che certificano l'avvenuta restituzione della Meteorite al Museo di Storia Naturale e del Territorio di Calci (PI) e l'invito del Comune di Bagnone a presenziare alla seduta del Consiglio Comunale in occasione della visita ufficiale di S.E. il Prefetto della Provincia di Massa Carrara.  Durante questa giornata, S. E. ha voluto visitare l'esposizione della Meteorite di Bagnone e constatarne l'esistenza,  in quella settimana esposta nella Sala Consiliare di Piazza Roma di Bagnone.

Lettera Museo.jpg (69535 octets)

Link  alle foto dell'avvenimento 

Le AutoritÓ 

in visita

autoritÓ06.jpg (40592 octets)

Foto Prefetto.jpg (67518 octets)

Giovedý

26 Maggio 2005

LA  METEORITE  DI  BAGNONE

IN  ALTO